Crea sito

Associazione Attiva-Mente, è lieta di annunciare l’approvazione del progetto di Scambio Giovani “On the Footsteps of Ulysses”. Il progetto prevede che 12 ragazzi e ragazze italiani dai 18 ai 30 anni si diano appuntamento con 12 coetanei e coetanee greche, per approfondire la conoscenza dei legami culturali che legano la Grecia all’Italia, con riferimento particolare al Mito che vede la Sicilia protagonista di tali legami culturali. Tale progetto, si terrà a Modica dal 25 settembre 2019 al 4 ottobre 2019. E’ prevista anche una study visit a Siracusa.

Dal titolo evocativo, questo progetto si ispira all’Odissea in cui Omero raccontava del viaggio di ritorno del Re di Itaca Ulisse dopo la guerra di Troia. Seguendo la descrizione di questo viaggio – tempo di navigazione, morfologia e costa conosciuta all’epoca in cui Omero scrisse l’Odissea – esperti hanno identificato nel golfo di  di Catania, il luogo in cui Polifemo e i Lestrigoni incontrarono Ulisse, suo figlio Telemaco e i loro compagni. Oggigiorno, in questi luoghi, il mito di Ulisse è ancora presente ed evidente. Si narra che  Polifemo cerco di colpire con dei massi Ulisse e i suoi compagni per impedire la loro fuga; questi massi nella leggenda sono i faraglioni della Riviera dei Ciclopi che possono essere avvistati proprio ad Aci Trezza Tuttavia, in Sicilia non è l’unico esempio in cui il mito greco ha un’importanza per descrivere i luoghi: per esempio, il porto di Messina era chiamato “la falce di Kronos”. Questo porto è a forma di falce e un mito, sopravvissuto lungo i secoli, racconta che questa falce apparteneva al Dio del Tempo (Kronos) e cadde dall’Olimpo. Molti altri testimoni della dominazione greca sono evidenti in Sicilia, come la città di Siracusa, la Valle del Tempio di Agrigento e i Templi di Segesta. Possiamo citare alcune testimonianze del retaggio greco anche in toponomastica, come Siracusa o Giardini Naxos.

Tuttavia, non ci sono solo radici comuni che hanno reso italiani (specialmente quelli del Sud Italia) e greci simili. C’è un proverbio comune che dice che italiani e greci sono “una faccia, una razza” e il vocabolario italiano ha molte parole che discendono dal greco. Molte parole discendono dal greco, come “Accademia”, “Camera”, “Crisi”. Inoltre, ci sono molti esempi di beni simili in entrambe le culture, come ad esempio celebrare molte feste religiose ogni anno, l’importante ruolo della Chiesa in entrambi i Paesi, il ruolo della famiglia e una relazione simile con il cibo (specialmente connesso con feste e festività), una percezione simile della loro classe politica.

Riguardo agli ultimi numeri, entrambi i paesi sono talvolta citati nel gruppo PIGS (Portogallo, Italia, Grecia e Spagna). I PIGS sono chiamati quei Paesi Europei non hanno raggiunto gli obiettivi e i risultati attesi dall’Unione Monetaria Europea e dagli obiettivi del Trattato di Maastricht. Un membro dell’Unione europea “suino” non è equo, dal momento che il trattato dell’Unione europea rivela che tutti i paesi sono uguali, inoltre l’UE non si concentrerebbe solo sull’economia, ma anche sui problemi sociali e sulla ricerca di giustizia sociale. Inoltre, i popoli italiani e greci vengono a volte trattati come paria nella scena europea a causa di problemi di bilancio, dimenticando il grande contributo che la cultura greca e italiana ha avuto e ancora ha nella civiltà occidentale, come l’idea di democrazia e stato di diritto che discendeva rispettivamente dalla polis greca e dalla legge romana.

Questo progetto mira a scoprire i ponti culturali attraverso il Mar Ionio e riaffermare l’idea che nessuno deve rimanere indietro in Europa. Per questo motivo questo progetto offre l’opportunità ai giovani di scoprire radici e storia comuni, avendo l’opportunità di diventare ambasciatori del proprio Paese e, insieme ai loro connazionali italiani e greci, sognare un’Europa diversa e più vicina a loro.

Per raggiungere questi risultati, il progetto fornirà diverse attività come cineforum, teatro , produzione di video, simulazione del processo democratico, study visit ed escursioni a Siracusa (come esempio della Magna Grecia in Sicilia).

Criteri di Selezione per i partecipanti italiani
Per “OFU – On the Footsteps of Ulysses” Associazione Attiva-Mente cerca 6 ragazzi e 6 ragazze di nazionalità italiana o legalmente residenti in Italia, che garantiscono i seguenti requisiti:

  • Abbiano tra i 18 e i 30 anni;
  • Siano motivati, entusiasti e desiderosi di sviluppare il tema del progetto, insieme ai loro coetanei;
  • appassionati di storia, musica e teatro;
  • interessati a vivere un’esperienza in uno spazio internazionale.

Disposizioni in materia di viaggio, vitto e rimborso spese per gli italiani
Ai 12 ragazzi e ragazze selezionate, verrà garantito il vitto e lo spostamento per le attività a Siracusa. Non è previsto un rimborso spese di viaggio per partecipanti che superino il raggio di 35 km da Modica. Per tutti gli altri, potrà essere possibile un rimborso delle spese carburante.

Youthpass
Il Progetto prevede il conferimento del certificato Youthpass a fine progetto, valido in 28 paesi dell’Unione Europea e spendibile per i crediti formativi scolastici ed universitari.

Come candidarsi
Non verranno accettate candidature per telefono, social o via e-mail, né verranno prese in considerazione lettere motivazionali. Le candidature valide, saranno quelle inoltrate tramite il form sottostante. La scadenza per tale bando è il 2 settembre 2019, ore 13:00. Il termine è perentorio.
Successivamente, i pre-selezionati verranno ricontattati per un colloquio in sede o via Skype, da effettuarsi in date da stabilirsi; ciò dipende dalla quantità di candidati che hanno superato il vaglio della prima fase. In ogni caso, entro lunedì 4 settembre 2019 alle ore 13:00, l’avvenuta selezione sarà comunicata ai candidati selezionati.
In caso di rinuncia dei selezionati, verranno contattati i non-selezionati fino alla formazione definitiva del gruppo partecipante.

0Shares