Crea sito
Ba Associazione Attiva-Mente e l’ Albero della Vita Onlus, sono fieri di presentare una grandissima opportunità per ragazze e ragazzi tra i 16 e i 22 anni. Nell’ambito del Partenariato Strategico #peersforintegration, finanziato dal Programma Europeo “Erasmus Plus”, selezioniamo 2 ragazzi di ambosessi per un corso di formazione ad Arad (Romania). Il corso si terrà dal 23 al 30 di ottobre 2019. Obiettivi del corso. Il progetto darà la possibilità ai partecipanti, di acquisire competenze professionali specifiche nel campo dell’educazione non-formale e del cosiddetto “peer training”. In particolare, #peersforintegration darà la possibilità di apprendere metodi e attività da poter svolgere con i propri coetanei Italiani e stranieri (richiedenti asilo e rifugiati), al fine di integrare gli stranieri e dotare gli italiani di strumenti di comprensione interculturale. Particolare enfasi verrà data alla responsabilità dei corsisti, che dovranno dare vita a laboratori e workshop rivolti a ragazzi della loro età a livello locale, divenendo Peer Trainer. Cosa si intende per educazione non-formale? Per educazione non-formale s’intende un ambiente dove l’apprendimento avviene senza una gerarchia prestabilita e in mancanza di lezioni frontali. In pratica, non c’è un docente/esperto di una materia che impartisce una lezione e uno studente che riceve nozioni e sapere dal primo. L’educazione non formale, prevede che chiunque possa imparare e insegnare qualcosa a chiunque altro: la “lezione”, viene costruita insieme e tutti possono contribuire con la loro esperienza, con la loro formazione e con le proprie conoscenze. Non per ultimo, la lezione frontale con slide, appunti alla lavagna e letture, viene sostituita con attività di riflessione di gruppo ed individuale, simulazioni teatrali, giochi di ruolo e creazione di contenuti audiovisuali.  Chi spiega le attività, facilita i dibattiti e le riflessioni che scaturiscono dalle attività su cui si basa un corso basata sull’educazione non-formale (o training, in inglese), viene definito “Trainer”. Il trainer non è un docente, ma bensì colui il quale facilita il processo di apprendimento e mette nelle condizioni i corsisti (o per meglio dire, “i partecipanti”), di poter apprendere seguendo i propri interessi e il proprio stile di apprendimento. Cos’è un “Peer Trainer”? Esistono trainer di qualsiasi età e per svariate aree tematiche. Questi Trainer diventano “Peer Trainer”, quando facilitano attività per propri coetanei o per persone non molto più giovani o anziani rispetto alla sua età.  Un signore di 50 anni, seppur preparato, raramente sarà un Peer Trainer per una ragazza di 20 anni. Così come una ragazza di 20 anni raramente sarà un Peer Trainer efficace per un signore di 50 anni. Quello che identifica un “peer trainer” è la capacità di entrare in sintonia con il proprio gruppo: per farlo, bisogna essere un “peer”, un “pari”. Ovviamente, non è solo una questione anagrafica. Ma la mancanza di timore reverenziale che si ha tra coetanei e gli interessi “generazionali” che lega un Peer Trainer al suo gruppo, sono sicuramente un fattore in più. Un “peer factor”. Requisiti del partecipante.
  • Motivazione per intraprendere un’esperienza nel campo della multiculturalità e sensibilità al tema dell’integrazione di rifugiati, richiedenti asilo e migranti;
  • Disponibilità a gestire dei laboratori subito dopo la conclusione del corso, presso la propria città di origine o Modica;
Rimborso dei costi di viaggio. Ciascun partecipante avrà diritto ad un rimborso dei costi di viaggio (aereo in classe economica o low costs, treni di seconda classe, autobus), fino ad un massimo di 275€. Vitto ed Alloggio. I partecipanti al progetto, avranno vitto ed alloggio garantito che verrà garantito dall’organizzazione “Ofensiva Tinerilor”, presso una struttura alberghiera a tre stelle di Arad. Come candidarsi. Non verranno accettate candidature per telefono, social o via e-mail, né verranno prese in considerazione lettere motivazionali. Le candidature valide, saranno quelle inoltrate tramite il form sottostante. La scadenza per tale bando è il 31 agosto 2019, ore 13:00. Il termine è perentorio. Successivamente, i pre-selezionati verranno ricontattati per un colloquio in sede, da effettuarsi in date da stabilirsi; ciò dipende dalla quantità di candidati che hanno superato il vaglio della prima fase. In ogni caso, entro e non oltre il 20 agosto alle ore 13:00, l’avvenuta selezione sarà comunicata ai candidati selezionati. Per ulteriori informazioni, potete contattarci all’indirizzo e-mail [email protected] In caso di rinuncia dei selezionati, verranno contattati i non-selezionati fino alla formazione definitiva del gruppo partecipante.
0Shares