Crea sito

Associazione Attiva-Mente è orgogliosa di presentarvi il progetto SVE “Education is a journey not a race”, in collaborazione con l’organizzazione “Wild Carpathia” di Sighisoara

L’idea principale del progetto è di attuare un programma pilota nelle scuole locali al fine di ridurre il livello di abbandono scolastico. I metodi usati saranno principalmente dal campo dell’istruzione non formale e gli attori principali saranno i volontari dello SVE.

Gli obiettivi che siamo disposti a raggiungere attraverso questo progetto sono:

1. Una maggiore partecipazione alla vita della comunità locale con il coinvolgimento attivo e diretto dei volontari SVE che aiuteranno i volontari a sviluppare i loro atteggiamenti, le loro abilità, per ottenere una conoscenza valida e pratica nel contesto di un lavoro.
2. Introduzione e sviluppo di un programma di apprendimento non formale, attraverso l’interculturalità europea fornita dai volontari dello SVE basato su racconti, presentazioni, workshop, giochi, interattività tra almeno 100 alunni provenienti da 4 villaggi scolastici intorno a Sighisoara, dipartimento di Mures.

3. Aumentare la conoscenza degli alunni su cosa significhi essere un cittadino europeo, perché e per quanto riguarda l’istruzione è uno dei valori europei più importanti.
Crediamo che il nostro progetto sia solo un piccolo passo per lo sviluppo della nostra comunità, ma siamo sicuri che, con un esempio, cambieremo il punto di vista di tanti giovani e contribuiremo alla diminuzione dell’abbandono scolastico. Con la presenza dei volontari SVE avremo un punto in più per mostrare agli alunni che la vita può offrirti così tante cose se presti attenzione al sistema educativo e che nessuno e niente è più importante per loro della scuola. fatto e finito al momento giusto.

Profilo dei volontari
I 4  volontari selezionati saranno:

  • persone di mentalità aperta;
  • di età compresa tra i 18 e i 30 anni;
  • desiderosi di mettersi alla prova per imparare e crescere, disposti ad uscire della loro zona comfort;
  • decisi e motivati ​​a partire insieme ad altre persone di paesi diversi;
  • rispettosi di se stessi, dei loro colleghi volontari e dekl team di coordinamento,con attitudine positiva;
  • desiderosi di svolgere  attività con bambini, giovani e / o adulti, in grado di seguire uno specifico orario di lavoro e una serie di compiti specifici

Attività da sviluppare durante la mobilità:

1. Presentazioni – queste attività sono sostenute nella scuola, durante l’orario scolastico, due ore alla settimana dai due volontari per ciascuna delle quattro scuole identificate); ogni presentazione ha un argomento specifico relativo all’educazione, cosa significa essere educato, quali sono i benefici se stai seguendo la scuola, che cosa significa essere parte e essere coinvolti in comunità ecc .; ogni presentazione ha due parti: una parte è rappresentata dalla descrizione dell’argomento seguita dalla seconda parte collegata a discussioni, dibattiti, giochi e quiz insieme agli alunni.

2. Workshop: queste attività sono sviluppate a scuola, durante l’orario scolastico, un’ora a settimana dai volontari (due volontari per ciascuna delle quattro scuole identificate); ogni seminario è in accordo con le presentazioni settimanali come pratica di ciò che hanno appreso e compreso; basandosi su talenti come pittura, musica, sport, creatività e immaginazione, i volontari prepareranno insieme a loro piccoli progetti per sottolineare l’importanza dell’istruzione; alcuni workshop coinvolgeranno genitori e insegnanti al fine di ottenere una migliore connessione e comunicazione tra le generazioni; parte di questi workshop sarà conclusa da un grande progetto per il quale gli alunni lavoreranno insieme ai volontari; Questo
Il progetto sarà l’ultima parte del compito della celebrazione che finirà il lavoro dei volontari nelle scuole.

3. Competizioni all’aperto o al chiuso – queste attività sono sviluppate a scuola e nel cortile della scuola durante l’orario scolastico, una competizione al mese, da parte dei volontari (due volontari per ciascuna delle quattro scuole identificate); queste competizioni si svolgeranno in diverse forme: scritte come quiz, parlato come narrazione, giochi, sport ecc.

4. Laboratori sul coinvolgimento civile – queste attività sono sviluppate a scuola e nei dintorni della scuola, una attività al mese, da parte dei volontari (due volontari per ciascuna delle quattro scuole identificate); l’obiettivo è quello di accrescere lo spirito civile degli alunni al fine di preservare la natura, prendersi cura della propria scuola e del proprio villaggio, rispettare la propria comunità, comprendere e godere del lavoro di squadra, per aiutare gli altri.

Partecipando a questo progetto i volontari dello SVE

  • acquisiranno e  svilupperanno competenze necessarie per il loro inserimento nel mercato del lavoro;
  • acquisiranno senso di iniziativa e capacità imprenditoriali;
  • acquisiranno competenze interculturali e competenze linguistiche;
  • acquisiranno competenze civiche e sociali;
  • impareranno a lavorare coni bambini;
  • acquisiranno competenze digitali, comunicative, sapranno effettuare raccolta fondi e marketing.

Non chiediamo competenze specifiche o esperienza lavorativa, ma naturalmente la motivazione e l’interesse per le attività non formali dedicate specificamente ai bambini.

Come previsto dal Programma “Erasmus+, il volontario NON DEVE SPENDERE NULLA PER LA SUA ATTIVITÀ’ DI VOLONTARIATO, in quanto il programma garantisce:

  • Alloggio e relative spese a carico dell’organizzazione “Wild Carpathia”;
  • Corresponsione di una quota vitto da conferire al volontario mensilmente (calcolata sul costo della vita della città e bastevole ai bisogni alimentari del volontario);
  • Pocket Money per i bisogni di socializzazione del volontario (60 euro per la Romania);
  • Rimborso delle spese di viaggio di andata e ritorno dall’Italia fino a 275 euro;
  • lezioni di lingua rumena per tutta la durata dello stage;
  • mentor personalizzato;
  • assicurazione sulla vita e l’infortunio;
  • assistenza burocratica;
  • Corso d’introduzione e di Valutazione a cura dell’Agenzia Nazionale del Paese Ospitante;
  • Certificazione YouthPass a fine progetto.

NON E’ RICHIESTO UN TITOLO DI STUDIO SPECIFICO. Oggetto di valutazione, sarà la motivazione a fare un’esperienza all’estero a contatto con studenti, giovani e la comunità locale di Sighisoara. 

Per le selezioni, mandare una mail a [email protected] con in allegato la copia della carta d’identità e/o passaporto, unitamente all’application form presente in fondo al presente bando in inglese,  entro e non oltre il 15 ottobre 2018. Successivamente, i candidati verranno contattati per un colloquio da effettuarsi in sede o via Skype.